venerdì 17 marzo 2017

ROAST SALMON WITH SALSA VERDE, NOODLES AND GREMOLADA

L'autore presenta questa ricetta affermando che spesso il salmone è un ingrediente piuttosto noioso in quanto si finisce col servirlo accompagnato da una salsa o puré di patate.
Personalmente è un pesce che adoro e cerco di mangiarlo almeno un paio di volte al mese grazie alla sua incredibile ricchezza di omega 3.
Trovo che abbia un'unica controindicazione: la puzza che lascia in cucina una volta cotto alla piastra. Così finisco col cucinarlo al forno e mi rendo conto che le parole di Purnell alla fine non sono così sbagliate.
Da qui il desiderio di provare immediatamente la ricetta, che ad una prima lettura mi è sembrata estremamente semplice e pure veloce.
Il nome della ricetta può trarre in inganno se pensiamo alla nostra "salsa verde".
Probabilmente allo chef è piaciuto il suono di queste due parole, perché quanto a salsa verde...

Ingredienti per 4 persone
400 spaghettini di riso secchi
4 filetti di salmone con pelle, privati di lische e squame
sale e pepe macinato fresco
Uno filo d'olio extravergine

Per la salsa verde
Mezzo cetriolo pelato e ridotto a dadini
Un cucchiaino di prezzemolo tritato
Un cucchiaino di coriandolo tritato
1 cucchiaino di menta fresca tritata
1 cucchiaino di grani di senape
Scorza grattugiata e succo di due limoni

Miscelati
2 cucchiaini di capperi
2 cucchiaini di cetriolini sottaceto ridotti in dadini
2 cucchiaini di pinoli tostati
250 ml di olio extravergine più extra per rifinire
Avocado a dadini a piacere (optional)

Per la gremolata
3 fette di pane bianco senza crosta
La scorza di un limone grattugiata
10 g di foglioline di prezzemolo.

Per la salsa verde mescolate insieme in una ciotola il cetriolo, le erbe aromatiche, la senape, la scorza di limone grattugiata ed il succo.Aggiungete il mix di capperi, cetriolini e pinoli ed irrorate tutto con l'olio extravergine. Aggiungete l'avocado, se lo userete, quindi aggiustate di sale e pepe.
Per la gremolata frullate gli ingredienti in un processore fino ad ottenere delle briciole sottili. Tenete da parte.
Mettete gli spaghettini in una teglia profonda e copriteli con acqua bollente. Lasciate ammorbidire per 3/5 minuti quindi scolateli e passateli sotto acqua fredda. Teneteli al fresco fino al momento di usarli.
Scaldate una padella su una fiamma media. Posizionate il salmone con la pelle rivolta sul piano di cottura e cuocete 3 minuti. Giratelo quindi proseguite la cottura per altri 2 minuti.
Mentre il salmone cuoce, immergete gli spaghettini in un pentola con acqua salata bollente e teneteceli per 1 minuto o 1 minuto 1/2 quindi scolate.
Metteteli in una ciotola quindi aggiungete la salsa verde, mescolate bene ed assaggiate. In caso aggiustate di sale e pepe.
Per servire, dividete gli spaghettini in 4 ciotole. Sistemate i filetti di salmone sulla cima degli spaghetti e spolverate il pesce con la gremolata.
Rifinite con un filo d'olio ed una macinata di pepe.

NOTE

  • Le indicazioni sono perfette al millimetro. Riguardo alla cottura del salmone, ho però scelto per gusto personale, di cuocere su una piastra a temperatura elevata, trattenendo qualche istante in più il lato senza pelle, perché adoro la crosticina che si forma sul pesce. L'interno resta così succoso e morbido. 
  • Cetriolo, questo sconosciuto: nella mia personale classifica di gradimento, il cetriolo è assolutamente inutile. Lo uso solo nell'insalata greca e faccio fatica anche lì. Quindi quando l'ho visto come ingrediente principale della "salsa verde", accompagnato poi da più spiritosi cetriolini sott'aceto, ho avuto qualche perplessità. Che si è sciolta velocemente dopo l'assaggio. La freschezza del cetriolo infatti è perfetta per ripulire il palato dalla "grassezza" del salmone e qui le erbe aromatiche la fanno da padrone. Insieme al limone, smorzano il classico sapore acidulo del cetriolo e lo armonizzano. 
  • L'avocado: mettetecelo. Il contrasto con il cetriolo è di quelli sorprendenti. Probabilmente lasciare la scelta come facoltativa ha solo una valenza di ordine calorico, perché a livello di gusto io non lo eliminerei. 
  • L'accompagnamento con gli spaghettini di riso mi ha aperto un mondo. Ho già in mente altri modi per utilizzarli come contorno a piatti proteici. Sono estremamente versatili e si preparano in un attimo. 
  • La ricetta è semplice, gli ingredienti facilmente reperibili ed evitando la "gremolada" (che non ho trovato fondamentale nell'insieme) possiamo servire un piatto leggero, veloce e pure gluten free. 
PROMOSSA 

16 commenti:

  1. Anche questa ricetta era stata puntata ma ahimè il deserto riserva sempre
    Sorprese e il salmone fresco è sparito da un po'. Ma appena lo ritrovo so come prepararlo ;) grazie Patty!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che la carestia finisca presto.
      Un bacione.

      Elimina
  2. Wow Patty questa ricetta è mucho gustosa, gran bel piatto unico. Non mangio spesso il salmone fresco, ma solo perché a volte faccio fatica a digerirlo mentre quello affumicato lo digerisco anche in quantità industriali ☺ però questa ricetta mi sa di leggero e gustoso. Mi incuriosisce il connubio avocato e cetriolo, insomma questa ricetta sa di primavera quindi non mi resta che fare la spesa e farla.
    Grazie Patty per la scelta e splendida esecuzione 💖
    Happy St. Patrick's Day a tutti

    RispondiElimina
  3. Anch'io detesto la puzza del salmone cotto alla piastra ;) ma per questa ricetta vedrò di sopportarla, il piatto è molto invitante :D . Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualche sacrificio a volte si può fare vero? Un bacione.

      Elimina
  4. brava l'hai detto... "e pure gluten free"
    io adoro i noodles di riso, anche se non è facile reperirli certificati GF. però mi piacciono un sacco.
    questo salmone mi ispira moltissimo, e trovo che questo libro sia una miniera di idee anche rapide e da cucina di tutti i giorni.
    così metto tanti segnalibri virtuali...
    Bellissimo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa è la nostra ricetta Gaia. Per un po' anche io non potrò guardare pasta e pane con glutine. Io li ho trovati senza grossi problemi e mi sono piaciuti davvero tanto.
      Un forte abbraccio.

      Elimina
    2. o questa?!?!? come mai? sei sicura?
      il glutine è buono!

      Elimina
  5. Grazie per la ricetta!! Solo una domanda, nei miscelati leggo 250ml di olio d'oliva. Un errore forse? Mi sembrano tantini :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non sono tanti. Con quelli ci devi condire la "salsa verde" che poi deve miscelarsi con gli spaghettini, che di per se non sono tanto fluidi e l'olio serve. Su una quantità di 400 g di spaghetti di riso, quell'olio non lo vedi neanche. Fidati.
      Un abbraccio e grazie per essere passata.

      Elimina
    2. Grazie per la risposta :) ne approfitto per ringraziarti per avermi fatto conoscere insieme alle altre Bernard Laurance, del quale ho acquistato tutti i libri e che trovo superlativo, Glynn Purnell, come sopra ho acquistato i suoi due libri, e Diana Henry. Grazie!!

      Elimina
  6. mentre leggevo la ricetta e le tue perplessita' iniziali, mi veniva da fare il tifo per gli ingredienti "dubbi": vivo di avocado, da quando ho scoperto quelli veri (e non sto scherzando, ne mangio almeno uno tutti i giorni) e il cetriolo ha piu' di un perche', nella cucina orientale. Gli spaghetti di riso sono come il nostro prezzemolo: dappertutto. Ma per quelli tifo un po' meno... che sia l'overdose?
    ricetta meravigliosa, comunque. E la foto e' degna del libro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Ale. Sarà che l'oriente a tavola qui è così lontano, che quando trovo queste ricette io mi ci tuffo a pesce. E gli ingredienti non sono neanche così complicati una volta tanto.
      Un bacione.

      Elimina
  7. Adoro il salmone, che mangio almeno 2 volte alla settimana, e pazienza per l'odore. Adoro pure i cetrioli e l'avocado. Come dire che questa ricetta è già mia. :-)
    Grazie come sempre per la tua disamina perfetta, Patty!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco il tuo amore per il salmone ed ero convinta che ti sarebbe piaciuta.
      Un modo in più per goderselo.
      Ti abbraccio Mapi.

      Elimina